ROMA / ITALIAN POP SURREALISM @ Mondo Bizzarro Gallery

ITALIAN POP SURREALISM
:: Nascita di una Nazione ::
Mondo Bizzarro Gallery

 

sabato 8 ottobre alle ore 18.30 – 02 novembre alle ore 21.30

@Mondo Bizzarro Gallery
via Reggio Emilia 32 c/d
Rome, Italy
A cura di / Curator Andrea Oppenheimer

>>> Artisti <<<

Nicola Verlato, Giuseppe Veneziano, Gabriels, Elio Varuna, Max Papeschi, Elena Rapa, Ania Tomicka, Bafefit, Michele Guidarini, Paolo Petrangeli, Luca Coser, Luciano Civettini, Erica Calardo, Marco Rea, Maurizio Quarello, Anonymous Art, El Gato Chimney, Siva Le Duc, Luisa Montalto, Hackatao, Antonella Caraceni, Max Ferrigno, Valentina Zummo, Sone, Hogre, Virginia Mori, Dilka, Amelia Von Grune, Amedea Morgan, Marco Tarascio

ITALIAN POP SURREALISM è una mostra antologica che presenta al pubblico italiano e internazionale i più grandi giovani talenti del Pop Surrealism made in Italy.

Nato con l’etichetta non sempre apprezzata di Low Brow (proprio per prendere le distanze dall’arte fatta «da e per» l’élite), il Pop Surrealism ci rende spettatori di una piccola ma significativa rivoluzione. Sono gli artisti per primi ed il pubblico subito dopo a capire e saper leggere il tempo che viviamo, dimostrando grande preparazione ed infinito interesse nei confronti di quel che si presenta come nuovo ma immediatamente recepibile grazie a codici e sottocodici comunicativi con cui siamo costretti a convivere.

Il Pop Surrealism si pone in tutto il mondo come la corrente culturale più attuale, scardinando finalmente il concetto di arte “contemporanea”, dichiarandola semplicemente «contemporanea agli anni ’70, quindi ormai passata».

L’immaginario collettivo che presentiamo è quindi ricco di icone della nostra infanzia e adolescenza, quando non sapevamo di essere già dei target commerciali studiati dalle multinazionali. Vi offriremo uno scenario ricco di apparenti contraddizioni, di specificità hollywoodiane e di gigli fiorentini. Il ritorno al piacere della tecnica più raffinata utilizzata per rappresentare il quotidiano, vedrà il banale che si tinge di surreale in un panorama reale ed impossibile al tempo stesso.

Degli artisti in mostra alcuni già da tempo abitano all’estero, altri non lasceranno mai l’Italia, altri ancora si sono appena affacciati ad un mondo dell’arte in continuo cambiamento, e si godono il momento, quasi inconsapevoli di vivere un fenomeno del tutto inedito, dove il pubblico ne sa più del gallerista e dove l’artista è fiero di essere un artigiano padrone delle proprie capacità.

Il Pop Surrealism è l’unico movimento che racchiude le peculiarità dell’immediato, che attraversa il significato squarciando il significante, in un perfetto seppur apparentemente impossibile connubio tra la realtà e il sogno, dove l’uno influenza l’altro nella realtà “vera” e non solo nella rappresentazione di essa.

In un’epoca diversa sarebbe stato facile mettere a tacere questo movimento da parte dei polverosi accademici difensori della propria poltrona, relegandolo ad una sottocultura, ma il nostro presente, supportato da tecnologie che rendono possibile la condivisione in tempo reale di immagini e pensieri in qualunque parte del mondo, ha reso possibile il manifestarsi di una presa di coscienza unica: non può essere relegata a sottocultura ciò che è, di fatto, accessibile a tutti come contenuti e riferimenti concettuali di critica e sarcasmo nei confronti della società di massa.

Con queste premesse ci proponiamo di analizzare il movimento Pop Surrealista italiano, definendone i poliedrici confini e indagandone le similitudini con i suoi rappresentanti californiani, ma anche le dovute differenze, andando a scoprire come le ultime generazioni si sono cibate di cultura visuale americana e giapponese moderna, traendone ispirazione ma modellandole con lo spirito del tempo.

/English version:

Italian Pop Surrealism is a group show that features an eclectic mix of works by our most talented Italy-based artists.

Born with the not so appreciated label of Low Brow (to keep the distances from an art realized by and for an élite), Pop Surrealism makes us aware of a small but extremely significant revolution.

It’s the artist himself (and the audience) that understands the reality in which we live in and gives us a new kind of imagery that appears as never seen before, but carries a deep link to our subconscious through the use of allegorical visions common to our collective brain.

Pop Surrealism arises in the whole world as the one and only cultural stream of our times, overclassing the so-called contemporary art, that by now refers to the Seventies, so it’s not really contemporary anymore.

This new artistic flow carries all the hallmarks of both classical and contemporary art, but manages to trascend them through a unique and refreshing personal interpretation of old and new themes.

The most refined technical skills are now used to represent the ordinary life, the everyday events that become surreal in a landscape that is real and impossibile at the same time.

The characters of our childhood and youth become so metaphors of infinity, innocence and purity on one hand, and statements of the times in which we live in on the other hand, in a balanced and unique marriage between classical technical skills and modern pop culture.

We will show you the multi-faceted nature of Pop Surrealism through the works of 40 artists. Some of them now live in other countries, others won’t ever leave Italy, many of them are newborn artists, that live this moment unaware of being part of such a great artistic revolution.

Pop Surrealism is the only artistic movement that shows the specifics of our times, showing a deeper meaning that goes beyond the representation, in a perfect even if difficult to imagine union between reality and dream, where dream is part of reality itself and not only a way to represent it visually.

In an other time, it would have been easy for dusty academics to relegate this movement to the ghettoized realms of subculture, but in an age and place where technologies give us the chance and freedom to share images and thoughts in real-time with the whole world, we witness a world-wide consciousness raising, where is mostly the audience that decides the value of an art-work, overpassing the gallery managers themselves, setting up new rules for an art form that rises from underground.

That being stated, it is our big pleasure to introduce you to the Italian Pop Surrealism movement, through an exhibition that embraces all its eclectic and original sides, its similarities and differencies with the West-coast based colleagues, exploring widely this new generation of artists grown up on a mix of American visual culture and Japanese modern culture, and yet totally capable of a personal and original interpretation of them.

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

One thought on “ROMA / ITALIAN POP SURREALISM @ Mondo Bizzarro Gallery

  1. Elena ha detto:

    GREAT!!! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: