giulio cesare vinzio (pittore del vero tra toscana e valsesia)

Giulio Cesare Vinzio (pittore del vero tra Toscana e Valsesia)

In mostra (gratuita) a Grignasco dal 21 maggio al 24 luglio 2011

La mostra nasce da un’iniziativa del Comune di Grignasco. Con il contributo di: Regione Piemonte, Provincia di Novara, Assessorato alla Cultura.
Con il patrocinio del Cardinale Giovanni Lajolo (Presidente del Governatore dello Stato della città del Vaticano)
e di: Provincia di Novara, Comune di Novara, Comune di Varallo.
Prestatori: Musei Vaticani, Pinacoteca di Forlì, Musei di Novara, Pinacoteca di Varallo, Fondazione Cariplo, Collezioni della Banca Popolare di Novara, collezioni private.
curatori: Cristina Trapella, Gianni Pizzigoni.

Chi era Vinzio?
Giulio Cesare Vinzio nasce a Livorno il 18 maggio 1881 da Clemente (originario di Grignasco) e da Larina Bendinelli, originaria di Lari.
Presto si dedica alla pittura seguendo gli insegnamenti di E. Banti e G. Micheli. Dal 1900 frequenta a Firenze, presso l’Accademia di Belle Arti, i corsi di Giovanni Fattori, con cui il sodalizio artistico si fece così stretto, da seguire il maestro nelle sedute en plain air alla ricerca del motivo da immortalare.
Amico di Amedeo Modigliani e di Plinio Nomellini (a cui rimane fraternamente legato tutta la vita), ottiene a partire dal 1901 importanti riconoscimenti, mostre nazionali e internazionali. Lo stesso anno fu scelto per rappresentare l’arte italiana all’Esposizione Internazionale di Monaco di Baviera. Nel 1905 Vinzio si stabilisce a Grignasco, dove sposa Giuseppina Bolla.
Parteciperà con continuità all’Esposizione Internazionale d’Arte di Venezia, alle esposizioni di Brera e alle mostre pubbliche di Torino, Firenze, Livorno, Roma, alle biennali d’arte valsesiana. Espose da Francoforte ad Atene.
Nel 1921 aderisce al gruppo Labronico di Livorno. Nel 1924 è nominato socio onorario della Regia Accademia di Arti e Disegno di Firenze. Nel 1938 cura l’allestimento della Galleria Giannoni del collezionista novarese Alfredo Giannoni. Muore a Milano il 17 marzo 1940.

La mostra di Grignasco:
è la prima antologica di Vinzio, che da molti anni attende il giusto recupero storico e critico. La visione delle 57 opere in esposizione (provenienti da collezioni pubbliche  e private) costituisce un occasione unica per rileggere la produzione dell’artista, alla luce di quelli che ne furono i due poli di formazione: la matrice macchiaiola (attenzione al vero e alle atmosfere di campagna) e quella impressionista (cura dell’interazione delle luce con la materia). Vinzio rimane tuttavia più legato alla poetica veristica, dalla quale non vuole mai scostarsi, e tiene costantemente un dialogo con la natura, come fonte perenne d’ispirazione. Scopre il significato del vero negli aspetti umili e quotidiani della realtà, l’amore per la raffigurazione di animali, cavalli e buoi, pecore, gatti e oche, e per gli ambienti contadini: fienili, casolari, pianure con i monti in lontananza, uliveti, filari di alberi, marine.


La mostra è gratuita, aperta dalle 9.00 alle 19.00 (sabato e domenica), dalle 15.00 alle 19.00 (da martedì a venerdì).
Il catalogo a cura di Cristina Trapella costa 25.00 euro e contiene ottime riproduzioni delle opere e i materiali delle ricerche condotte dalla curatrice.
Non mancate di visitarla, ne vale la pena. Scoprirete la poetica e competenza pittorica di un grande maestro poco conosciuto. E l’uso del colore e della forma eccellenti , che denotano le esperienze toscane, piemontesi, liguri del Vinzio; le sue opere ci restituiscono il clima artistico italiano d’impronta macchiaiola, ma anche l’attenzione al cromatismo e le atmosfere raccolte di una civiltà rurale.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: