Cosa c’è da vedere nel weekend?

Tre suggerimenti per il week end. Di Carol Gianotti

Dorothy Circus gallery via dei Pettinari 76, Roma

presenta

EU DE PARFUM

Vernissage venerdì 25 febbraio · 19.30 – 22.30

Mostra aperta dal 25 febbraio 2011 al 16 aprile 2011

 

Eau de parfum apre il 2011 della Dorothy Circus Gallery, riunendo per la prima volta in Italia, con un invito al confronto su un tema in cui memoria e sensazioni presentano un legame indissolubile, dieci degli artisti americani più promettenti del Pop Surrealism, che possono vantare precedenti esperienze espositive nelle più importanti gallerie americane del settore.

Gli artisti Mia Araujo, Tara Mc Pherson, Natalie Shau, Ana Bagayan, John Brophy, Martin Wittfooth, Matthew Pasquarello, Benjamin Lacombe e Leila Ataya dipingeranno un universo intangibile, senza forme, apparentemente irreale, perché non percepito dai nostri occhi, raggiungibile soltanto attraverso un senso; un universo fragile e intenso, immateriale e persistente, che regge l’immenso edificio del ricordo sulle proprie goccioline quasi impalpabili.

Lo spruzzo del profumo, in un istante, sprigiona la voce segreta delle sensazioni, il caleidoscopio delle emozioni, gli intrighi del fascino e della seduzione; risveglia la nostra parte dormiente, spingendo in un viaggio a ritroso in cui i ricordi e le sensazioni sono un tutt’uno. L’anima, in lotta con l’oblio, riconquista i ricordi che vanno alla deriva, riesumando quelle sensazioni che riaffiorano alla superfice nella loro conturbante forza e violenza, come colui che, aprendo le ante di un armadio con vecchi abiti dismessi impregnanti di un odore antico, e affondando il viso su di essi, avrà l’impressione di aver eluso le coordinate spazio-temporali, facendo rivivere le persone amate.

Il profumo nel suo brevissimo e impalpabile istante blocca, seppur illusoriamente,il procedere impetuoso del Tempo.

La Dorothy Circus Gallery invita il pubblico il cui vissuto è protagonista e interlocutore diretto in un dialogo a più voci, del mondo interpretato e raccontato dagli artisti, a lasciarsi cullare dalla sinfonia evocativa dei colori.

La particolarità dell’evento Eau de Parfum è data anche da un’esclusiva esposizione di bottiglie d’epoca dalla collezione MDG.

EAU DE PARfuM

25 febbraio – 16 aprile 2011

Opening reception 19:30

Spazio Sansovino Arte Contemporanea, via Sansovino 243/25g

Torino, Italy

NEOPOPULART

Collettiva di apertura per Spazio Sansovino Arte Contemporanea, a cura di Edoardo Di Mauro ed Alessandro Icardi

Apertura venerdì 25 febbraio dalle 18.00 alle 21.30. Dalle 22.00 alle 0.30 Art Party con ingresso libero, aperta anche sabato 26 e domenica 27 dalle 18.00 alle 0.30

Artisti : Art Code Torino, Fabio Ballario, Angelo Barile, Luciano Civettini, Matteo Ferreri, Monica Garone, Agnese Gemetto, Marco Minotti, Massimiliano Petrone, Silvio Porzionato, Sam Punzina, Vania Elettra Tam, Fabrizio Visone, Angelo Volpe

“Apre ufficialmente a Torino Spazio Sansovino Arte Contemporanea. Questo nuovo progetto nasce dall’incontro e dalla collaborazione di Angelo Barile, artista ed organizzatore, Edoardo Di Mauro, critico d’arte, docente dell’Accademia Albertina, Direttore Artistico del Museo d’Arte Urbana e condirettore della Fusion Art Gallery, ed Alessandro Icardi, operatore culturale e Direttore Artistico della P.O.W. Gallery. Lo spazio è un loft di 300 metri quadri, situato in un interno di via Sansovino di fronte alla Fondazione 107, una zona che pare destinata a diventare un nuovo distretto per l’arte contemporanea in una Torino che finalmente rivaluta a tal fine anche le zone periferiche della città. Intento dei promotori, in sintonia con le caratteristiche dello spazio, è quello di creare una vera e propria factory, un contenitore in grado di spaziare a trecentosessanta gradi sulla scena artistica contemporanea affrontando temi come il neo pop, oggetto della mostra d’apertura, la street art, il fumetto, il design, l’illustrazione e la grafica d’autore, ma anche vari aspetti dell’arte dagli anni ottanta ai giorni nostri, nochè progetti di respiro nazionale e rilievo pubblico. Sarà privilegiata la dimensione della collettiva anche se non mancheranno personali di impatto spettacolare. Saranno inoltre organizzate performance, concerti, dj-set, sfilate ed art-party. La comunicazione grafica e web sarà gestita da Onions, l’Ufficio Stampa e pubbliche relazioni da Daniela Bombardiere. Spazio Sansovino Arte Contemporanea via Sansovino 243/25g Torino Tram Bus 62 (fermata via Sansovino) 9 (capolinea piazza Stampalia) Info 335/6398351 340 7261790”

Personale di Alessandro Spadari Oltre.il paesaggio

Location
Cascina Robbiolo, Via Aldo Moro 7, Buccinasco (MI) Inaugurazione venerdì 18 Febbraio dalle ore 18,30

orario mostra

dal lunedi al venerdi 17-19

sabato 15-18

domenica 10-12/ 15-18

Il Comune di Buccinasco ha il piacere di presentare nel suo spazio espositivo della Cascina Robbiolo la personale di Alessandro Spadari dal titolo “Oltre. Il Paesaggio”,che si inaugurerà venerdi 18 Febbraio alle ore 18.30.
La condizione di ricerca dell’emozione che nasce dall’accettazione dello stato di liricità appare con maggior chiarezza in questo ultimo ciclo espressivo caratterizzato dalle relazioni istaurate e prodotte tra l’attenzione insistita al soggetto simbolico e l’atmosfera avvolgente della luce; questo nuovo percorso pittorico racchiuso tra l’osservazione della realtà ed espansione del bianco, svela interamente la condizione fino ad oggi mimetizzata ed inconfessata dell’aspirazione di Alessandro Spadari alla poeticità interiore.

Trovo difficile inoltrarmi all’interno dei significati simbolici, la nave e la nebbia, il grumo “catrame” e l’estensione luminosa, rappresentati da Spadari senza correre il rischio di esemplificare e ridurre la portata dell’esperienza nella fruizione e nella condivisione, ma non sfuggo al compito di testimoniare una riflessione attraverso il sistema d’immagini poste in corrispondenza con lo stato diffuso di memoria e di vita.

Il bastimento alla fonda che ha circumnavigato il pianeta, il cargo arenato che ha solcato i mari raggiungendo i porti e le isole, il battello avvolto nella luce abbagliante dell’alba, restano a raccontarci di una corrispondenza con la nostra perdita di orientamento e di reciproca accoglienza, ma anche scoprire ‘dello stare immobili’ quale forma alta di percezione e di ascolto, di arricchimento nel silenzio della propria voce, di osservazione del proprio io interiore.

All’interno delle tante sfaccettature del pensiero visivo e dell’emozione interiore le pagine di pittura di Alessandro Spadari si disgiungono dall’immediatezza della riconoscibilità per immergersi nell’esperienza del fluire dei pensieri e aprono ad una condizione di sospensione del tempo che non può non riferirsi ad un clima di spiazzamento metafisico, di evanescenza rispetto alla tangibilità della materia attraverso l’incisività simbolica del ricordo. Uno stato di s-definizione dello stare nello spazio per perdita di riferimenti ambientali, ma anche di abbandono dello stesso moto ‘da – verso’, di allontanamento e sconfinamento nell’indeterminatezza quale nuova condizione di luogo. Una corrispondenza con il raggiungimento di perdita di orientamento e di accog lienza dello stare immobile quale forma alta di percezione e di ascolto, di arricchimento nel silenzio della propria voce, di osservazione del proprio io interiore.

(dal testo in catalogo di Andrea B. Del Guercio)

Alessandro Spadari è nato nel 1969 a Milano, dove vive e lavora.

Figlio d’arte, si diploma presso l’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano, dove è ora insegnante.

Numerose le personali presentate negli ultimi anni.

Nel 2001 ”Petrolio” alla Galleria Ragno di Milano, “Viaggio al termine della notte” presentata sia a Milano che al Castello di Belgioioso (Pavia), “Generazioni” al Museo dell’Arte Contemporanea e dell’Informazione di Senigallia. Nel 2003 presenta “Appunti di viaggio” allo Spazio Obraz di Milano. Nel 2004 allestisce la personale “Terre emerse” nel Castello di Zavattarello (Pavia) e “Tele-Vision” allo “Spazio Vita” di Milano, pensata per il terzo ciclo di mostre “Giovani Artisti e Non Profit”. Nel 2005 espone “…nella sperduta acqua” presso la Galleria delle Battaglie di Brescia e New proposal alla Galleria Carzaniga di Basilea.

Nel 2006 con “Viaggio in Italia” alla galleria Spirale di Verona e Pietrasanta.

Sempre nel 2006, “Della natura.il peccato” alla Galleria Costantini di Milano a cui segue a Villa Banfi di Carnate “Una misura del Paesaggio”.

Il 2007 si apre con la mostra “Bianco metafisico” alla galleria Rosso27 di Roma, “Acqua di stelle” alla galleria Factory di Modena e “Sehnsucht” alla Galleria Arte e Altro di Gattinara.

Nel 2008 presenta “True colors” alla galleria Spirale di Monza.

Nel 2009 “Opus Incertum” a cura di Valerio Deho alla Galleria delle battaglie di Brescia.

“Variazioni sul tema del paesaggio” a cura di Maurio Giufrè alle Terme di Saint Vincent.

Nel 2010, “Riflessioni 20.10”alla Torre di San Mauro ad Almese (to)

Nel 2011 “oltre. Il paesaggio” alla Cascina Robbiolo di Buccinasco e “Dialoge” alla Galleria Carzaniga di Basilea.

Ha vinto il 1°Premio al concorso nazionale di pittura Paolo Parati di Vittuone, il premio giovani al XXV premio città di Sulmona, e nel 2005 il 1° premio alla X edizione del premio Morlotti di Imbersago.

Per informazioni: Silvia Mincuzzi – 0245797310 – s.mincuzzi@comune.buccinasco.mi.it

Arteutopia 02.36523194

www.Alessandrospadari.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: