Firenze è arte a 360°

Firenze è arte a 360°!

Articolo e foto di Carol Gianotti, febbraio 2011

Quattro giorni a Firenze. Una mangiata sopra l’altra. Alla faccia della dieta e dei buoni propositi di qualche mese fa. A mia discolpa ci sono i chilometri camminati a destra e a manca.

Molte sono le meraviglie dell’arte visitate: le Cappelle Medicee con le tombe di Giuliano e Lorenzo de’ Medici nella Sagrestia Vecchia, interamente progettate e scolpite da quel “mostro” di Michelangelo. Wow!

La Galleria degli Uffizi, con un carnet così ricco da far girare la testa: un trionfo d’arte che parte dal Mille e due con Duccio e Cimabue, per finire al Settecento di Goya e Canaletto. L’ultimissima sala è dedicata al superbo Caravaggio e alla Gentileschi.  Nel corridoio ovest c’era quasi tutto, tranne la Battaglia di San Romano (P.Uccello) e la Calunnia (Botticelli). In quello est era chiusa la sala 41, quindi ci siam persi Rubens. Al pian terreno lavori su lavori, per sistemare un intero padiglione espositivo che sarà ultimato in giugno.

Immancabile il contemporaneo: il teschio di Damien Hirst nello studiolo a Palazzo Vecchio è stato qualcosa di incredibile e stupefacente. Mille e cento carati per una quantità di diamanti da far rizzare i capelli! Mai visto una luce di quel tipo, enfatizzata dall’ambiente intorno buio pesto. Il teschio è spaventosamente verosimile e i denti sono veri.  “For the Love of God“.

Carinissima anche la mostra  del gruppo K.P.K. (Kantiere Post Kontemporaneo – non un movimento ma in movimento) dal titolo Synestesie in costruzione presso il Circolo degli Artisti Casa di Dante.

Il K.P.K. è un gruppo composto da artisti operanti attraverso metamorfosi e sinestesie dell’identità dei linguaggi contemporanei. Si propone come espressione di azioni dimostrative, performance, collettive (come nel caso della mostra alla quale ho partecipato). E’ aperta fino al 6 marzo 2011.

Tanta arte, tanti artisti, venditori, mercanti, pellettieri, ristoratori. Firenze è così. E’ bella. E’ piena di gente, poliglotta, multi-culturale, colorata. Gli odori si mescolano, profumi di cibo e di pelletteria, puzze di chiuso, vialoni chic e stradine che sembrano immutate dal Quattrocento.  Il vecchio si integra al nuovo. L’arno scorre, i madonnari e gli acquarellisti, imperterriti, disegnano. Sia che piova, sia che ci sia il sole c’è tanta gente. E si cammina rigorosamente a piedi.

Gli Acquarellisti

L’antica arte dell’acquerello è ancora in auge a Firenze, città dove l’arte non tramonta. Sono molti gli artisti che usano questa tecnica soffusa, fatta di velature, di cromìe sapienti, disseminati coi loro banchetti nel Centro Storico.  Ho fatto scorpacciata visiva dei loro splendidi lavori: chi più legato al realismo del paesaggio e al clima fiorentino, chi più personale ed interpretativo, aperto anche agli astrali en plain air di Siena, di Pienza e della campagna toscana.

Vicino a Ponte Vecchio ho conosciuto un signore gentilissimo, mezzo toscano mezzo oleggese, al quale ho comprato un acquerellino classico, carinissimo, definito che è un piacere.

Ed una ragazza che è una forza della natura: il suo nome è Adelina
Senese, di Monticchiello, è un’artista totale. Mi ha stupito, infatti, trovare una donna  provvista di così tanta originalità ed esperienza, seduta al banchetto, a parlar con la gente.
Un sorriso che conquista e che mette a suo agio l’avventore ed il curioso. Scelte compositive e cromatiche innovative, svariate tipologie di lavoro, dai piccolissimi ai big, un acquerello omaggio, un fiore a scelta, per chi si aggiudica una sua opera. Una vera signora dell’arte, fatta di un’altra pasta.

www.adelinaquadri.it

Eccoci a Piazza Pitti.
Ancora tanti banchetti che offrono piccole, splendide meraviglie ad acquerello: conosco Marisa Doga, una dolcissima signora, di formazione accademica, artista raffinata.
I suoi lavori sono vedute trasognate, nelle quali l’esperienza del colore si coniuga con la classicità del paesaggio e l’innovazione della composizione. Passepartout quadripartiti ci raccontano la campagna sotto luci differenti. Ottimi i suoi lunghi scorci prospettici.

Di origine albanese, oggi esprime la sua arte in Italia.

www.armando-marisa.eu

A fianco al lei, espone una ragazza bella come i fiori che dipinge. Si chiama Majlinda Preliajhi.
Anch’essa di origini albanesi, si da da fare nel mondo dell’arte per pura passione. Autodidatta, ha trovato la sua identità artistica proprio nella città di Firenze. Ricco il suo carnet delle opere, molti fiori, colori puri, gioia e spensieratezza emergono dalle velature corpose.

Le botteghe
Innumerevoli sono le botteghe di pittura a Firenze. Un sogno!
Ma quella che mi ha colpito di più si trova in via Dei Leoni 18/r. Entro perchè folgorata da questi quadri appesi, che, ad un primo sguardo, mi appaiono come l’evoluzione formale di un solido divisionismo. Dietro ad un’enorme tela il pittore è all’opera e sembra non accorgersi di noi, tanto è preso dal suo lavoro. Lo disturbo e non sembra minimamente scocciato della cosa. Salta su un ometto strepitoso, che mi accoglie gioviale ed è ben contento di parlarmi della sua arte.
Xhovalin Delia ha studiato all’accademia di Tirana ed ha lavorato in gioventù come disegnatore di cartoni animati in Albania. Ricorda questo periodo con commossa felicità, come uno dei periodi creativi migliori della sua vita. Poi mi racconta molti aspetti della sua pittura di oggi e di come ci è arrivato. Attraverso molte esperienze ed è felice di confrontarsi col mio punto di vista. Che persona eccezionale! “La sua creatività non conosce frontiere, anzi, la “diversità” che divide gli individui ed i valori universali che li uniscono, sono l’essenza della sua arte”. Artista poliedrico, si esprime tramite la pittura. l’installazione, il video, la performance ed i film. Ha scritto anche due libri: Venere e God Bless America. Vulcanico, cerca sempre nuovi modi per esprimersi. E rimane sempre ben consapevole del suo ruolo nel mondo, con umiltà, nel pieno rispetto di tutte le identità e di tutti i fenomeni naturali, come due gocce di pioggia che bagnano e fanno felice la sua pianta. Se per molti sono un problema, per lui, che sa guardarle da un’altra angolazione, sono un momento gioioso.

www.xhovalindelia.it

I madonnari
La strada è la nostra tela

Professione un pò più randagia, ma non di qualità inferiore, quella del madonnaro. Che non ha nulla di dispregiativo, anzi!
E’ una delle più belle forme di espressione artistica fruibile da chiunque si trovi a passare per una strada. Un’opera meno durevole rispetto all’architettura, soggetta al rapido degrado, ma, allo stesso tempo non meno affascinante. Forse proprio perchè temporanea. Questi artisti sfidando il tempo, accucciati sulle loro ginocchiere da pallavolista, per ore ed ore. Muniti di gessi colorati eseguono delle copie di opere famose in grandi dimensioni. E non solo Madonne o Sacre Famiglie. Anche ritratti storici raffinatissimi. Una moneta a vostra discrezione è un bel gesto per chi ama così tanto l’arte da inginocchiarsi ad essa!

www.madonnarifirenze.it

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , ,

2 thoughts on “Firenze è arte a 360°

  1. Claudia ha detto:

    E’ vero. Firenze sta aprendosi all’arte a 360° ed è una cosa che apprezzo molto dato che sono un’appassionata di arte contemporanea. Per esempio, sei mai stata all’EX3? E’ uno spazio giovane e all’avanguardia, davvero apprezzabile. L’ultimissima mostra, suspense, aperta fino a maggio, è molto suggestiva e interessante. Questo è il volto contemporaneo della Firenze che mi rappresenta di più!

  2. artistagoloso ha detto:

    La prossima volta che mi trovo a Firenze, ci andrò di sicuro. Intanto me lo cerco su internet, perchè non ci sono mai stata. Grazie del commento prezioso, ho scoperto una cosa nuova! Ciao Claudia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: