Mangiare & Bere a Firenze

Le migliori trattorie e ristoranti fiorentini
selezionati da Artista Goloso

Osteria del Porcellino
via Val di Lamona 7r
055.264148

http://www.osteriadelporcellino.it
Una piccola, storica osteria, vicinissima alla Piazza Mercato del Porcellino, dalla quale prende il nome. Aperta dagli anni sessanta è gestita da una famiglia calabrese attiva e simpatica. L’ambiente è soft, tavolini in legno, luce soffusa delle candele. Adatto alle coppiette.
Gli antipasti più sfiziosi? Il brie fritto al sesamo tartufato, la sfoglia di aringa sul crostino di pane al latte con cipolle e cannellini, il flan di carciofi con crema al pecorino, il crostone con lardo di colonnata, miele e noci.
I primi della tradizione: la ribollita, la zuppa di cipolle, i gnocchi alla norcina con salsiccia e tartufo fresco. Deliziosi i paccheri col pesto di noci, il taleggio e i porri.

Come secondi la tagliata di petto d’anatra con salsa acciugata e crostoni di pane, l’entrecote al vin santo con uva sultanina al limone, le classiche fiorentine e tagliate di manzo ai ferri. Patate al forno col rosmarino e una caponatina di verdure deliziosa.
Da bere il Chianti della casa, imbottigliato per il Porcellino. Giovane e aromatico.

Casa di Dante già Ristorante
del Pennello
di Gino Brogi e Giovanni Nenciolini
via Dante Alighieri, 4r
055. 294848

Trattoria storica, che più storica non si può. Cortesia e tranquillità le parole chiave della cena da Pennello. Gestori alla mano e ottimi camerieri che non vi faranno mancare un servizio rapido e di qualità. Del cibo che dire? Si sente che lo sanno fare! Dal Pennello l’esperienza è quello che fa la differenza. Ambiente tipico della trattoria, senza fronzoli, ben illuminata e pulitissima. Molte le famiglie toscane che la frequentano, rinomata per i piatti tipici. Ottimo anche il pesce.

Meravigliose le zuppe: la carabaccia, la zuppa di farro, la pappa al pomodoro.
Primi da leccarsi i baffi: gli spaghettini in bianco con le vongole fresche o il risotto ai frutti di mare, le pappardelle col sugo di cinghiale, ravioli, tortelloni e pasta fresca condita alla fiorentina (ragù di selvaggina e panna) o con burro e salvia.


Ampissima scelta di secondi: il peposo alla fornacina, la salsiccia coi fagioli, l’ossobuco, trippa e lampredotto in umido, ribollita, saltimbocca alla romana, pollo arrosto, scaloppine coi carciofi, lombatina di vitello con la salvia, rognoncino trifolato, cervello fritto.
Verdure bollite e fritte. Da segnalare le bruschette e le crocchettine di baccalà. Uno spettacolo gastronomico imperdibile per il turista e per il toscano.
Fatelo! Non ve ne pentirete!

Da bere il Chianti o il Brunello, al fiasco, come una volta…

Da Garibaldi
Trattoria, Pizzeria, cucina casalinga aperto tutti i giorni
Piazza del Mercato Centrale, 38r
055.212267
http://www.garibaldi.it
Trattoria calda, semplice, armoniosa con le pareti in mattoni a vista e soffitto a volta. Servizio cortese e attento alle esigenze del cliente. Apprezzabile la cucina toscana, le fiorentine, i filetti, le bruschette, la carbonara. Fantastica la zuppa d’orzo e la zuppa di cipolle, servita in terrina con pane e gratin di formaggio. Vino di qualità, anche al calice.  Ottimi i dolci, originali e ben presentati.

Tripp&zampa
Lampredotto, trippa, porchetta e tante altre specialità
Via Dè Neri, 50r
331.4188201

Il primo fast food tipico toscano. A un passo dal retro degli Uffizi, in una vietta stupenda, trovate il Trippa e Zampa. Un localino piccolo ma super efficiente, per mangiare un panino al volo, ma un panino da vero fiorentino d.o.c.
Banconi con sgabelli per accomodarsi un attimo, ma la maggior parte della clientela mangia in piedi, passeggiando per il centro. Lì troverete un bel fiasco di vino, dal quale potete spillarvi qualche bicchiere da soli. Frigoriferi con bibite a acqua fresca, come in un fast food. Ciò che cambia è il cibo.
La specialità è il panino col lampredotto: bollito del secondo stomaco della mucca, tagliato fino, condito con abbondante pepe nero, un pò di sale e la classica salsa verde (aglio, olio, prezzemolo, acciuga, capperi e mollica di pane bagnata nell’aceto). Il tutto chiuso nel panino. E via!

Potete assaggiare anche la trippa in vaschetta, il lampredotto inzimino, il bollito misto fiorentino (potta, musetto e reale), la porchetta e la sopressa. Peperoni al tegame o grigliati e verdurine. Economico, veloce, tipico. Per stomaci allenati, ma assolutamente da provare!

Macellerie e salumerie:
la carne è il fiore all’occhiello della città di Firenze. Questo rende la cucina toscana pesante per i vegetariani. Ma per gli onnivori è uno spettacolo per le papille gustative, per l’olfatto e per lo sguardo.
Guardate che spettacolo…

Il caffè migliore di Firenze si beve al Caffè della Galleria, di fronte al Palazzo Pitti. E’ un baretto grazioso, con deor, dove potete fare una merenda sfiziosa o bere un espresso come Dio comanda. Negli altri bar sembra improbabile trovarne uno decente, infatti il più delle volte è caro e annacquato. In più i gestori sono simpatici, giovani e generosi.
Ecco le focaccine, con salumi freschi e olio d’oliva toscano.
Credo di avervi segnalato tutti i posti dove ho mangiato bene.

I miei soliti consigli da viaggio.

Ciao Firenze, a presto.
C. Gianotti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: