Apparizione dell’ Afrodite di Cnido, Salvador Dalì

Apparizione dell’ Afrodite di Cnido (1981)

Salvador Dalì

Olio su tela, 140 x 96 cm

Figueres, Fundaciò Gala-Salvador Dalì

Per quest’opera Dalì trae ispirazione dalla copia scultorea dell’originale Afrodite di Cnido di Prassitele del 360 a.C. Ne conosce le forme al Museo Pio Clementino di Roma, nel periodo in cui si trovava in esilio causa la guerra civile spagnola.

L’originale è una delle più celebri statue di epoca classica e rappresenta la dea svestita, dopo un bagno, in atteggiamenti intimi e seducenti. Il marmo ne esalta le morbide forme del corpo e la bellezza assoluta. La tela ha un impianto fortemente geometrizzante; il viso di Afrodite in prospettiva campeggia su di un solido triangolare-piramidale che ricorda la fontana di Crono. La posizione di tre quarti del volto ricorda la leggera rotazione che Prassitele impone alla sua scultura. I numerosi bacini d’acqua che vediamo rimandano al mito classico del bagno. I lineamenti sono, però, ordinati in tre settori; il mento in primo piano diventa globo, mento e bocca fanno pensare al sedere di contadina, personaggio tipico dell’universo daliniano, infine gli occhi, privi d’espressione, fanno da contrappunto ai laghi. Tutta la composizione è inquadrata da due cipressi, simboli di eternità.

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: