Lezione di anatomia del dottor Nicolaes Tulp

Rembrandt
Lezione di anatomia del dottor Nicolaes Tulp
olio su tela 169.5 x 216.5 cm.
L’ Aia, Mauritshuis, 1632

Rijksmuseum, Amsterdam

Lezione di anatomia del dottor Tulp

 

Le lezioni pratiche di anatomia erano rare all’epoca: le dissezioni in Olanda venivano permesse solo una volta l’anno, utilizzando il cadavere di un giustiziato. I chirurghi traevano il loro sapere dai manuali di chirurgia, dai reperti conservati e dalla pratica quotidiana. Ogni lezione di anatomia veniva riportata con annotazioni precise sull’ Anatomye Boeck della corporazione dei Chirurghi; si annotavano anche il nome del cadavere ed il reato per il quale era stato giustiziato.
Nel 1628 venne istituita ad Amsterdam la prima cattedra di anatomia, diretta dal dottor Nicolaes Tulp, il prealector anatomiae.  Il 31 gennaio e il 2 febbraio del 1634 il dottor Tulp tenne una lezione aperta a un ristretto gruppo di chirurghi.
Dev’esser stato un onore considerevole per Rembrandt essere invitato a registrare un avvenimento così importante. E’ inverosimile che abbia assistito personalmente alla lezione: la sua descrizione non è completamente realistica dato che ogni lezione di anatomia cominciava con l’incisione dell’addome e lo svuotamento dell’intestino, operazione necessaria visto che la lezione durava tre giorni. Il cadavere era quello di un cittadino di Leida, Adriaen ‘t Khint, giustiziato il 31 gennaio per il furto di un mantello. Nel dipinto il dottor Tulp sta dissertando sulla fisiologia del braccio ed evidenziando i muscoli che muovono le dita.
Probabilmente Rembrandt copiò questo braccio da un disegno o da un reperto conservato, anche se la resa è così sbalorditiva in tutta la sua minuziosità da sembrare il risultato dell’esame di un braccio vero inciso appositamente.
Solo i chirurghi che erano pronti a pagare per il loro ritratto furono rappresentati nel dipinto. Si sa chi sono perchè sull’album di schizzi in mano all’uomo di fianco al dottor Tulp, che inizialmente riportava un disegno anatomico, vennero in seguito annotati i loro nomi.
Prima di definire la composizione del gruppo, Rembrandt deve avere eseguito studi separati per le diverse teste. Molti pittori prima di lui si erano confrontati con i problemi connessi ai ritratti in un dipinto di gruppo e Rembrandt deve avere imparato sia dai successi che dai fallimenti dei suoi predecessori.
Ha cercato di animare il gruppo facendo guardare le persone in diverse direzioni, senza per questo dare l’impressione che non siano stati attenti alla lezione. Il dottor Tulp, essendo la figura più importante, indossa un cappello. Sta insegnando e ripete quel tipo di gesti che gli oratori fanno fin dall’antichità.
Il dipinto di Rembrandt venne successivamente esposto nel Theatrum Anatomicum nella pesa di Nieuwmarkt ad Amsterdam.

fonti: catalogo Scala books in collaborazione con la fondazione del Rijskmuseum di Amsterdam, a cura di Annemarie Vels Heijn

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: